I migliori tools per social media manager

Gestire una pagina di un social network non è facile quanto potrebbe sembrare. Tuttavia, sono stati sviluppati degli appositi strumenti che permettono di semplificare il compito dei social media manager: vediamo ora insieme quali sono i principali tools e le loro caratteristiche, dividendoli per categorie in base alla loro funzione primaria.

Tools di analisi

Operazione preliminare all’avvio di qualsiasi strategia, l’analisi del profilo social è fondamentale per inquadrare punti di forza e debolezze

  • Ninjalitics: monitoraggio di ER (Engagement Rate), media di likes e di commenti; è uno strumento gratuito, utile come base di partenza per far crescere un profilo.
  • Union Metrics: analisi approfondita, indicazione degli orari migliori per pubblicare e degli hashtags più performanti, generazione automatica di report; è un tool a pagamento.
  • Pixlee: strumento completo e, nonostante sia previsto un pagamento per accedere alle funzioni più avanzate, effettua gratuitamente un report settimanale.

Tools di ricerca e monitoraggio

Prima di stabilire un piano d’azione sarà necessario conoscere i topic nei quali ci si inserirà (e i relativi hashtags).

  • Google Trend: questo strumento gratuito permette di conoscere i temi del momento e, soprattutto, la loro diffusione geografica.
  • Google Alert: anch’esso gratuito, avvisa l’utente qualora vi siano aggiornamenti sulle tematiche di suo interesse.
  • Keywordtool.io: analisi approfondita delle keywords di maggior successo, nella versione free mostra soltanto le prime.

Tools di gestione dei profili e scheduling

A contraddistinguere questi programmi è la comodità d’utilizzo: programmare i post è la soluzione alla mancanza materiale di tempo.

  • Later: semplice e funzionale, la versione free permette di pubblicare fino a 30 post per profilo.
  • Crowdfire: tool di programmazione e di analisi del profilo, il piano gratuito arriva fino a 10 post.

Tools di editing per foto e video

La personalizzazione è estremamente importante nel mondo dei social: questi strumenti sono perfetti per creare contenuti graficamente piacevoli.

  • Per le foto si possono ricordare Snapseed, Vsco e Lightroom;
  • Per le stories Unfold, StoryLab e StoryMaker;
  • Per i video Inshot, Vidholic e Storysplitter.

Utility

Questi tools sono da utilizzare, in aggiunta ai precedenti, per affinare le proprie strategie di crescita.

  • Bitly: personalizzazione e tracking degli URL (numero di click effettuati).
  • Triberr: verificare la presenza di shadowban su un account.

Condividi su facebook
Condividi su Facebook